logo
logo
 
top
cut
  HOME |Galleria fotografica|Video streaming|Download materiale|LINK utili|CONTATTI
     
    Il progetto
    Le specie
    L'ambiente
    Nidi e mangiatoie
    I proponenti
     

cb

minacce

difendere

CONNESSIONI

Il progetto

24

Il progetto GUARDA CHE NIDO è stato approvato dal Parco dei Mulini in data 25 maggio 2010 e si inserisce nell’ambito degli interventi di sensibilizzazione e informazione dei cittadini e di tutela della biodiversità. La proposta è stata elaborata dalla Sezione di Parabiago della LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli ONLUS.

Il progetto consiste nel favorire la sosta e la riproduzione, nel territorio del Parco, di uccelli selvatici, con l'impiego di nidi artificiali e di mangiatoie per la somministrazione di mangime durante il periodo invernale. Lo scopo è quello di favorire alcune specie selvatiche, con particolare riguardo a quelle attualmente in difficoltà, facilitandone l'osservazione da parate dei fruitori del Parco.

Il progetto si articola in alcune fasi:

Installazione nidi. Durante questa prima parte sono stati installati 50 nidi artificiali per uccelli all’interno del Parco Castello di Legnano e del PLIS Mulini. L'installazione riguarda di nidi adatti ai Passeriformi in genere, (particolare riguardo è stato dato alla Passera Mattugia, specie di cui si avverte da alcuni anni un sensibile calo), sia di nidi specifici per i Rapaci diurni e notturni delle specie già presenti nel territorio (Gheppio, Sparviere, Allocco, Civetta).

Comunicazione. L'iniziativa viene in questa fase portata a conoscenza del pubblico tramite la stampa di un pieghevole distribuito a tutti gli studenti delle scuole dei comuni del Parco 5 Mulini.

Scuole. coinvolgimento delle scuole dei Comuni del Parco in attività di educazione relativa ai temi del progetto. Il percorso didattico verrà attuato in almeno n. 30 classi delle scuole primarie e secondarie di secondo grado del territorio.

 

 

 

   
testi e realizzazione web: Marco Tessaro